Insegnare agli Studenti a essere Migliori Inseganti

Guest Blog from Mary Hunter and Jesús Rosales-Ruiz

Translation by Giuseppe Laganà

In quel posto, durante la prima sessione di laboratorio, mi sono ritrovato a creare un comportamento. Senza che ci fosse alcun scambio di parole tra me e il mio soggetto sperimentale, quel piccolo animale bianco e peloso stava eseguendo esattamente quello che gli avevo detto di fare: cose che non aveva mai fatto in precedenza, cose che non provocavano alcun miglioramento evolutivo e, ancora più incredibilmente, esattamente quello che il manuale diceva che avrebbe fatto se avessi impostato specifiche contingenze .

MURRAY SIDMAN 2007

Quando il dottor Murray Sidman era ancora uno studente, le lezioni introduttive di psicologia e analisi del comportamento, includevano spesso delle attività laboratoriali. In queste attività gli studenti hanno avuto l’opportunità di eseguire esercitazioni relative al rinforzo, estinzione, stimulus control, shaping, chaining, e altri concetti. Molti studenti, tra cui un ancora giovane Murray, trovarono queste attività entusiasmanti. E’ stato entusiasmante per gli studenti vedere con i loro occhi il cambiamento del comportamento, e queste esercitazioni hanno fornito loro molti spunti relativi all’efficacia dei principi del comportamentismo.

Purtroppo, seppur persistono attività di laboratorio, questo tipo di attività non è considerato più a norma. Questo comporta che gli studenti non abbiano più l’opportunità di sperimentare procedure pratiche e osservare il cambiamento del comportamento di un organismo vivente inserito in un contesto sperimentale. Tuttavia, gli studenti possono ancora avere esperienze simili attraverso il PORTL.

Cos’è il PORTL?

PORTL, sta per Portable Operant Research and Teaching Lab, è un’ attività da tavolo alla quale partecipano almeno 2 persone. E’ stato sviluppato dal dottor Jesùs Rosalez e da Mary Hunter.

PORTL usa una collezione di piccoli oggetti un clicker per selezionare un comportamento e piccoli blocchi usati come rinforzatori. L’insegnante seleziona i comportamenti desiderati e interagisce con l’allievo esclusivamente attraverso il Clicker. L’insegnante non può parlare con il suo allievo, non può modellare il comportamento e nemmeno utilizzare prompt fisici.

PORTL può essere utilizzato come strumento didattico per modellare molti dei comportamenti che il dottor Sidman aveva avuto modo di vedere nelle sue prime sessioni di laboratorio. Questo aiuta gli studenti a comprendere meglio i concetti sul comportamentismo che stanno studiando, e sperimentano in prima persona che l’apprendimento è un processo ordinato e che si può prevedere. Gli studenti hanno la possibilità di utilizzare PORTL anche per implementare la loro capacità di insegnare. Utilizzando PORTL imparano a progettare, implementare e rivedere i programmi di insegnamento.

PORTL può essere utilizzato anche per la ricerca. Negli ultimi anni, alcuni studenti dell’Università del Nord Texas lo hanno utilizzato nei loro progetti di tesi di master, sotto la direzione del dottor Jèsus Rosales – Ruiz. Quest’anno il dottore Jèsus Rosales –Ruiz e Mary Hunter hanno pubblicato con il nome di PORTL un manuale di laboratorio. All’interno del manuale sono contenuti i curricula delle classi e dei corsi di laurea e dei seminari . Gli esercizi sul manuale conducono il lettore a fare un viaggio guidato sull’utilizzo di PORTL sia per l’insegnamento che per scopi di ricerca.

PORTL all’interno dell’aula

Mary H. Rosalez Ruiz tengono un corso per fare pratica nell’utilizzo Di PORTL all’Università del Nord del Texas rivolto a studenti del primo anno. Nella classe PORTL viene utilizzato dagli studenti per imparare a progettare implementare e testare i programmi di insegnamento. Nel corso del primo semestre gli studenti seguono una serie di esercizi che si trovano in PORTL al fine di esercitare le abilità di base relative alla consegna del rinforzo e allo shaping. Nell’altra parte del semestre, fanno pratica sulla scrittura e sull’implementazione dell’utilizzo di programmi di shaping da utilizzare nei comportamenti progressivamente più difficili. Entro la fine del semestre, gli studenti sono pronti per il progetto finale. A ciascuna coppia di studenti viene assegnato un comportamento complicato . I due studenti devono lavorare insieme al fine di progettare e testare un programma che deve essere utilizzato per insegnare il proprio comportamento ( che è caratterizzato dalla mancanza di errori o da pochi di essi) a giocatori che con poca esperienza di PORTL.

Di seguito sono illustrati tre dei comportamenti desiderati sui quali gli studenti hanno lavorato in questo semestre:

GRUPPO1: insegnare allo studente a lanciare tre dadi. Se uno dei dadi mostra lo stesso numero di un altro, lo studente deve continuare a lanciare i dadi fino a che non vi siano tre numeri diversi. A questo punto lo studente li posiziona in ordine crescente dal numero più basso a quello più alto.

GRUPPO 2: si parte con tre pulsanti su un tubo pulito e altri pulsanti messi a lato. Se al lancio dei dadi escono 1-2-3 lo studente inserisce un altro pulsante sul tubo. Qualora lo studente lanci 4-5-o 6, lo studente deve togliere due pulsanti. Nel momento in cui non vi sono più pulsanti lo studente deve lanciare il tubo dal tavolo.

GRUPPO 3: allo studente vengono dati 3 oggetti. Due degli oggetti sono uguali mentre uno è diverso. Se si tiene in mano una carta pari lo studente deve toccare l’oggetto diverso. Se si tiene in mano una carta dispari lo studente tocca uno degli oggetti che sono uguali . Le carte dovrebbero funzionare con qualsiasi combinazione.

Uno dei vantaggi di PORTL è che il tuo “animale da laboratorio” ti può parlare subito dopo che l’insegnamento è terminato. Per fare un esempio, la prima volta che il gruppo 3 ha insegnato un comportamento, lo studente non aveva ancora chiari i concetti di uguale e diverso. Nel corso della successive lezione l’insegnante si rese conto che era il caso di utilizzare un insieme diverso di oggetti modificando frequentemente le loro posizioni nel corso della lezione. Esperienze dell’utilizzo di

PORTL come queste aiutano gli studenti a far si che le loro capacità di analisi e di insegnamento siano migliori, sia che lavorano con l’uomo che con gli animali. L’aspetto più interessante è che l’apprendimento viene reso più divertente con l’utilizzo di PORTL. Gli studenti che migliorano le loro conoscenze osservando quello che succede provano le stesse emozioni che il Dr. Sidman provò a sua volta in laboratorio mentre modellava il comportamento del suo topo da laboratorio.

Additional Resources and Opportunities

First, you can find out more about PORTL at behaviorexplorer.com

Second, Dr. Jesús Rosales-Ruiz, Mary Hunter, and Crystal Fernandez will be giving a six-hour workshop called “Teaching with PORTL” at the 2020 ABAI Convention in Washington, D.C.

Third, here are two good video links and articles about PORTL:

— What is PORTL video and article: https://behaviorexplorer.com/articles/portl-intro/<https://nam04.safelinks.protection.outlook.com/?url=https%3A%2F%2Fbehaviorexplorer.com%2Farticles%2Fportl-intro%2F&data=02%7C01%7CTraci.Cihon%40unt.edu%7C3ec96af39f394b6eee6008d78828b0ca%7C70de199207c6480fa318a1afcba03983%7C0%7C0%7C637127580682868701&sdata=QjwjX9Em3AtFzbntUVoAzTGxjOVTWfcATsXzXAE1Lm8%3D&reserved=0>

— Errorless chain: https://www.youtube.com/watch?v=9XtEaOttMWI&t=8s<https://nam04.safelinks.protection.outlook.com/?url=https%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3D9XtEaOttMWI%26t%3D8s&data=02%7C01%7CTraci.Cihon%40unt.edu%7C3ec96af39f394b6eee6008d78828b0ca%7C70de199207c6480fa318a1afcba03983%7C0%7C0%7C637127580682878697&sdata=102c4Ck0oL%2B0dW1Vujq0M%2FsaVifTQhKQdTHRBfj4dBM%3D&reserved=0>